La seconda area: paramenti sacri

Il percorso prosegue, nella seconda parte, attraverso ambienti in cui sono esposti parametri sacri (mitrie, pianete, piviali, dalmatiche….)ed oggetti di genere liturgico. Di notevole interesse sono la croce astile(sec XV) ed i calici di manifattura siciliana e napoletana, oltre quelli appartenuti ai pontefici quali Leone XIII e S. Pio X, arricchito quest’ultimo calice da ametiste a taglio ovale e cabochon, opali, turchesi e brillanti. A completare la sezione vi sono gli ostensori, reliquiari, incensieri e navicelle, ma soprattutto gli ornamenti ed i gioielli della Madonna di Montevergine; un autentico tesoro di altissimo valore, frutto di donazioni importanti nel corso dei secoli. La tavola della Madonna di Montevergine era infatti arricchita da simili manufatti fino al 1960, anno in cui l’icona fu sottoposta a restauro e quindi privata dei suoi beni preziosi.